Toro Season: consigli di lettura in base al tuo segno

Eccovi tornati nel vostro Oroscopo letterario di fiducia. Questo mese tocca parlare del segno del Toro.

Caratteristiche del segno

La stagione del Toro va dal 20 aprile al 20 maggio; è un segno di terra, dominato dal pianeta Venere.

I nostri amici del Toro sono persone molto tranquille, tenaci, sensuali ma moooolto pigre.
Amano i piccoli piaceri della vita, sanno essere tanto dolci quanto aggressivi, se provocati. Sono così fermi sulle loro idee e opinioni, che vi contesteranno fino allo sfinimento, senza mai cambiare punto di vista.

In amore sono passionali, ma attenti che potrebbero diventare anche gelosi fino all’ossessione, senza però mai esplodere in scenate imbarazzanti. Quando sono tranquilli, invece, sono disposti a donare se stessi in modo assoluto, con grande tenerezza.

Anche il Toro, come gli altri segni di cui abbiamo parlato, è una bella “gatta da pelare”, ma in fin dei conti la sua tenerezza ci fa dimenticare tutta la sua pigrizia.

Toro

Pietre portafortuna

Amazzonite: nota come “roccia amazzonica”, poiché secondo gli Indios di Rio Del Negro proveniva dalla “Terra delle donne”. Si tratta di una pietra che favorisce l’autocontrollo e aiuta a sopportare lo stress. Infonde fiducia e senso di libertà.

Avventurina: utile per alimentare la fortuna e l’estro creativo dei nostri amici un po’ pigri.

Angelite: aiuta a eliminare le idee fisse (ehm, coff coff) ed è utile per superare situazioni di ansie e pericoli. Rilassa anche la mente.

Malachite: anche questa pietra di un meraviglioso color verde, regola l’ansia e cura così anche l’insonnia. Aumenta la motivazione e la forza interiore.

Autori rappresentativi del segno Toro

Charlotte Brontë

Nata il 21 aprile del 1816, Charlotte Brontë è l’incarnazione perfetta di questo segno zodiacale.
Donna dalla forte integrità e dal grande equilibrio, è stata in grado di mettere da parte i suoi sentimenti travolgenti per il suo professore, Monsieur Heger, che era sposato. Insomma ponderata fino all’assurdo, chi è più Toro di così?

Menzione d’onore di un libro dell’autrice: Il professore.

Erri De Luca

Nato il 20 maggio del 1950 e prima di dire qualsiasi cosa, vi riporto una sua frase:

«Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca. Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.»

Cosa vi dicevo in merito all’apprezzamento delle piccole cose della vita? Ecco, Erri De Luca ha spiegato perfettamente ciò che intendevo dire con questa meravigliosa citazione di Valore, tratta da Opere sull’acqua e altre poesie.

Menzione d’onore di un libro dell’autore: Montedidio.

Consigli per i più pigri

Amici e amiche del Toro so che se siete pigre non vi va di leggere, ma giuro che gli Audiolibri anche sono un’ottima alternativa. Ecco i consigli per voi:

Oblomov di Ivan Aleksandrovič Gončarov

Capolavoro della letteratura russa, Oblomov è IL libro per voi. Come avrei potuto non consigliarvi la storia di un ricco proprietario terriero che conduce la sua vita senza condurre alcuna attività?
Non riesce a mettere nemmeno le scarpe. Chissà se riuscirà a trovare qualcosa che lo scuota.

La società della stanchezza di Byung-Chul Han

La riflessione dell’autore s’incentra sulla società contemporanea che è caratterizzata dalla competizione, dalla performance e quindi dell’appiattimento delle contraddizioni e dal venir meno della negatività.
Tutte cose che, a lungo andare, portano inevitabilmente a un senso di grande stanchezza.

Niksen. L’arte di non fare niente per vivere slow di Annette Lavrijsen

Niksen vuol dire proprio “non fare niente”, è quel tempo che si usa per riscoprire il tempo da dedicare alla cura personale, per esempio.
Con questo libro, cari Tori, potrete scoprire metodi alternativi per rilassarvi e dire frasi tipo “passo del quality time con me stesso”.

Consigli per coloro che amano le piccole cose della vita

Come ho più volte sottolineato, i nostri amichetti, sono amanti dei piccoli piaceri e si accontentano anche di un cambiamento minimo nella loro giornata, per ritenerla valida.

Le cose che ci salvano di Lorenza Gentile

Gea vive a Milano e si prende cura ogni giorno e con tanto amore, del suo piccolo orticello senza mai nemmeno oltrepassare i confini del suo quartiere. Conserva tutto ciò che un giorno potrebbe servirle, aggiusta cose per i suoi vicini che sono anche i suoi più cari amici. Insomma un libro che vi farà amare la semplicità e i dettagli.

Mirtilli o L’importanza delle piccole cose di Henry David Thoreau

L’autore si sofferma su un concetto importante: possono delle cose così piccole, come i mirtilli, apportare un cambiamento tanto importante e duraturo nella vita dell’Umanità?
La risposta è ovviamente sì, ma dovete leggere il libro per scoprire come.

Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien

Ma come, direte voi? Ebbene sì, questo libro racconta degli esseri più pigri e tranquilli dell’esistenza che improvvisamente vengono chiamati all’azione a causa di cosa? Un piccolo anello. Grazie a questa avventura, Bilbo riscopre quanto bella è la vita.

Consigli per i più teneri

Questi sono tre consigli per voi che invece siete innamorati (anche della vita) e avete voglia di letture più dolci:

Il rosmarino non capisce l’inverno di Matteo Bussola

Un libro che racconta con delicatezza e tanta dolcezza la complessità dei rapporti umani. In questo libro trovate tante storie di donne dolci, fragili, inquiete, cattive.

Cento poesie d’amore a Ladyhawke di Michele Mari

Questa raccolta poetica è dedicata interamente a questo amore nato sulla rete. Le parole di Mari sono sempre delicate, romantiche e mai banali.
Vi faranno sognare un amore come il suo.

Tutto questo fuoco: la rivoluzione delle sorelle Brontë di Ángeles Caso

Racconta la storia delle sorelle che, vivendo isolate un po’ dal mondo, si dedicano anima e corpo alla scrittura che le anima.
La loro grande passione per la scrittura vi riempirà il cuore, al punto da non riuscire a dimenticare mai più la loro storia.