Oh my darling, Clementine: storia d’amore e di fantasmi

“Oh my darling, Clementine” di Amity Gaige è un romanzo americano che racconta la storia di una giovane coppia di sposi, Clark e Charlotte Adair, che si trasferisce in una villetta gialla sopra una collina, una casetta graziosa che conserva ancora i ricordi dei mariti e delle mogli che hanno vissuto lì prima di loro.

Oh my darling, Clementine di Amity Gaige è un romanzo americano che racconta la storia di una giovane coppia di sposi, Clark e Charlotte Adair, che si trasferisce in una villetta gialla sopra una collina, una casetta graziosa che conserva ancora i ricordi dei mariti e delle mogli che hanno vissuto lì prima di loro.

Autore: Amity Gaige
Editore: NNEditore
Collana: La stagione
Numero di pagine: 240
Data di uscita: aprile 2022

Charlotte

Charlotte è una donna nel pieno della giovinezza, trent’anni ancora da compiere, un matrimonio agli inizi, una casa nuova da rendere “sua” e sogni ancora da pensare. È felice, anche se un’ombra incombe sempre su di lei, è l’ombra dell’abbandono, quello dei genitori naturali, della madre in particolare, che ha rinunciato a lei quando era ancora una bambina rendendola un’orfana, peggio, un rifiuto. E poco conta che la famiglia adottiva abbia fatto il possibile per farla sentire amata, quell’ombra non si stacca mai dalla sua testa, la rende insicura, timorosa delle cose belle.

Lo si capisce fin dalla prima scena, il giorno del suo compleanno, quando il marito vorrebbe farle indovinare il regalo e la faccia di Charlotte si dipinge di panico: e se Clark la stesse prendendo in giro? E se nulla di tutto quello fosse vero?

Clark

Libro Oh my darling, Clementine di Amity Gaige su tavolo

Clark, al contrario, è un uomo con la testa tre le nuvole, sempre pronto a cogliere la magia, l’inaspettato anche dove tutto è normale, quasi banale. A lui i sogni non mancano, anzi, ci vive immerso e sembra affrontare ogni giorno come se fosse ancora un bambino. Anche la sua statura contribuisce a renderlo un ragazzo sopra le righe, talmente alto da dover stare chinato nei luoghi chiusi e aver bisogno vestiti su misura. Lo incontriamo che ha perso la madre da pochi mesi, vittima di sé stessa e della malattia mentale, eppure Clark sembra quasi non aver subìto il colpo, aggrappato alle storie fantastiche e avventurose con cui è cresciuto.

La stessa sensibilità che gli fa illuminare gli occhi per le piccole cose, però, lo rende anche incline alla malinconia:

Gli mancavano un sacco di cose, ma solo perché erano finite. E siccome gli mancavano, pensava che dovevano essere state bellissime.

Gli Adair e i fantasmi

Gli Adair sono una coppia piena di entusiasmo quando si trasferiscono a Clementine nella loro prima casa, una graziosa villetta in cima a una collina. Sono giovani e innamorati, vogliosi di vita e risate. Niente sembra poterli scalfire.

Qualcosa, però, scricchiola. Ci vuole poco per rendersi conto che sotto la superficie si agitano acque nere, pronte a distruggere tutto. Le paure e le insicurezze di Charlotte la portano a chiudersi in sé stessa, mentre la fantasia di Clark lo rende distante, troppo occupato a seguire pensieri e storie per rendersi conto dei bisogni di sua moglie.

E poi ci sono i fantasmi: le ombre di donne che passano in corridoio, la tv muta accesa a orari impossibili e le voci che si sentono distintamente al piano di sopra. Sono le coppie che hanno abitato quella stessa casa prima di loro, come se le pareti avessero assorbito le loro liti e le dolci parole con cui hanno cercato di tenersi insieme, nonostante tutto.

Qualcuno se ne sarebbe accorto? Qualcuno avrebbe notato le sue borse sotto gli occhi e la sua espressione di pure e semplice panico?

Da leggere se…

È un romanzo per chi ama le storie apparentemente semplici che nascondono tante contraddizioni, le coppie traballanti e gli amori veri che oscillano tra magia e realtà. Per chi ha amato Revolutionary Road di Richard Yates e cerca la stessa perfezione fallace, gli stessi scricchiolii con in più un pizzico di sovrannaturale.