L’aria è una di Anna Maria Carpi

L’aria è una è un’antologia, edita Einaudi, che raccoglie poesie edite e inedite dell’autrice e poetessa Anna Maria Carpi.
Un piacevolissimo volume che nella propria semplicità racchiude una serie di sentimenti comuni a tutti. Espressioni, caratteri, identità, suggestioni ed immagini, si palesano agli occhi dei lettori, grazie all’abile penna dell’autrice.

L’aria è una è incentrato su un forte sentimento di solitudine, spesso amato, altre volte odiato, ben conosciuto da molte persone. Spesso quell’assenza di cui si parla e che tinge il tessuto narrativo di tanti piccoli ed incontaminati tasselli, racchiude in sé attimi di felicità, ma anche dubbi, interrogativi, purezza e frammenti di quotidianità.
All’interno di questi spazi immateriali e suggestivi al tempo stesso, si materializza un – io – che assume diverse forme e contorni, che si perde talvolta nei meandri dell’immaginazione, altre volte ancora nei ricordi.

L’aria è una è un libro estremamente delicato, che riesce ad ammaliare il lettore, attirando l’attenzione senza mai annoiare. Una scrittura tenue, chiara, coincisa, senza troppi fronzoli, che aiuta a riflettere, a sperimentare nuovi punti di vista per affrontare il mondo.

La narrazione poetica

All’interno dell’antologia scritta dall’autrice Anna Maria Carpi, la narrazione diventa un vero e proprio atto di comprensione, che si snoda attraverso un canale di indubbia bellezza ed importanza: la cultura, intesa come strumento per comprendere ogni cosa, o almeno provarci. A volte basta un abbraccio, un ricordo, una preghiera per chi è credente, un’immagine, un colore, un sapore, per riempire la solitudine di una persona. La scrittura, ed in questo caso la lettura, può essere un antidoto perfetto.

Si tratta di una vera e propria comunicazione poetica che si discosta da quella tradizionale, andando oltre i limi tradizionali e canonici, aggiungendo significato. Poesie già note in quanto già pubblicate e inedite, scritte con uno stile unico, ironico e pungente al contempo. Probabilmente è proprio questo aspetto a rendere il libro scorrevole e per niente noioso. Le poesie si susseguono come se fossero dei “botta e risposta”, dei dialoghi tra persone e i temi sui quali esse si basano spaziano molto.

La visione dialogica del corpo narrativo è ben strutturata ed infatti stimola il lettore, invogliandolo a proseguire. Qualcuno dice che le poesie o le si ama o le si odia, ma in questo caso le si può solo amare. Intonse. Essenziali. Variegate. Morbide. Pungenti. Dolci. E tanto altro ancora.

L’aria è una è l’essenza del bello, una contraddizione in termini ma in versi, senza mai esagerare, in modo unico e semplice, dando colore a tutto ciò che si legge. L’autrice, che ricordiamo essere una abile poetessa, racconta senza limiti, rivelando eccedenze di significato, dando ulteriore senso a ciò che già esiste ed è stato inteso. Una nuova visione che non abbandona nessuna parte del libro, unico nel proprio genere, vivace e ammaliante al tempo stesso.

Le attestazioni affettive ed esistenziali di cui si legge sono delle vere e proprie contraddizioni, ma anche le vicende personali, il cosiddetto invecchiamento, i problemi dell’io, la mente spesso accartocciata in dilemmi e bloccata da convenzioni, sono trasformate in altro. Possono rappresentare un sogno, una storia fantastica, una immagine del passato trasfigurata nel presente, una rivendicazione. E tanto altro ancora.

L’aria è una è un’antologia che merita di essere letta, che va al di là di ogni aspettativa… e sicuramente riuscirebbe a convincere anche chi non è appassionato di poesia.