Un viaggio per un futuro migliore: la storia di Enaiatollah raccontata Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda

Recensione de Nel mare ci sono i coccodrilli. La vera storia di Enaiatollah Akbari scritto da Fabio Geda

Una volta ho letto che la scelta di emigrare nasce dal bisogno di respirare” – Enaiatollah

Caso editoriale con oltre 600.00 mila copie vendute, Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari di Fabio Geda (edizione Baldini + Castoldi) è il libro che racconta le vicissitudini di Enaiatollah, un ragazzo afghano in fuga dal suo paese d’origine alla ricerca di un futuro degno di essere chiamato tale.

Il viaggio parte proprio dall’Afghanistan, il paese che Einataollah è costretto a lasciare da giovanissimo. La prima meta è il Pakistan, dove il protagonista si ritrova da solo, dopo essere stato lasciato dalla madre. Il padre era stato derubato e ucciso mentre trasportava un carico per i pasthun, i quali desideravano un risarcimento per la perdita subita. La loro volontà era quella di prendere Enaiatollah come schiavo: da qui la decisione disperata della madre di portarlo in Pakistan.

Nemmeno in questo caso il soggiorno si rivela un’esperienza piacevole: senza possibilità di frequentare la scuola e di un lavoro sicuro il ragazzo decide di scappare in Iran. Qui le prospettive lavorative sembrano migliori. Ma Einaiatollah non si ferma più: i lavori in cantiere sono pesanti e c’è sempre il rischio di essere riconosciuto come un clandestino e di essere rimpatriato. Allora eccolo ripartire per un viaggio rocambolesco e tutt’altro che semplice dalla Turchia alla Grecia fino allo sbarco in Italia, dove finalmente potrà tirare un sospiro di sollievo.

Enaiatollah è stato fortunato: è riuscito miracolosamente a fuggire e mettersi in salvo. Non solo, in Italia trova una famiglia che lo accoglie e si prende cura di lui dandogli un tetto sotto cui stare, la possibilità di imparare la lingua e tornare a scuola. Fortunato solo perché il suo viaggio è giunto a termine. Molti dei suoi compagni di sventura non ce l’hanno fatta. Fortunato perché ha avuto modo di trovare delle persone nel Belpaese in grado di accettarlo senza giudicarlo.

Molti invece non sono riusciti a lasciare i centri di accoglienza, vengono trattati quasi come fossero animali o presi di mira da ire razziste. Fortunato perché nel corso della sua terribile esperienza ha incontrato lungo il suo percorso anime gentili che gli hanno dato una mano senza chiedere nulla in cambio. Il caso ha voluto che si salvasse. Lo stesso caso che invece ha determinato la sofferenza di altri esseri umani. Eppure, questa dose di fortuna deriva da una delle sfortune più grandi: essere nati nel posto del mondo sbagliato.

Considerazioni

Con uno stile di scrittura molto semplice, Geda ci porta a riflettere su uno dei temi più controversi della società moderna: il fenomeno dell’immigrazione. Con chiarezza l’autore conduce il lettore nella vita di Enaiatollah, dando il volto a una delle tante persone che ogni giorno cerca di lasciare il proprio paese alla ricerca di una vita migliore.

Ed è forse qui la vera chiave di lettura del problema legato a coloro che emigrano: raccontare la storia, andare oltre a numeri e dati statistici, spiegare perchè si senta la necessità di abbandonare tutto per un viaggio che può essere pericolosamente mortale. Riconoscere così un semplice essere umano che, come tutti, cerca solo il miglior futuro possibile.

Questo libro si presta perfettamente a una lettura scolastica, di quelle che un buon insegnante consiglia ai propri studenti per far si che possano aprire gli occhi su tematiche complesse e delicate. Ciò non significa che Nel mare ci sono i coccodrilli sia un libro semplice: nelle sue pagine c’è il dolore di un’intera generazione, di interi popoli costretti a sacrifici che difficilmente chi non si trova a vestire gli stessi panni può capire. Una storia che tutti dovrebbero leggere: un piccolo tassello che può aiutare a comprendere meglio il fenomeno. E a renderci tutti forse più umani.

Ma la storia di Enaiatollah non è finita: recentemente, sempre per Baldini + Castoldi, è uscito Storia di un figlio firmato ancora una volta da Fabio Geda che racconta le sorti della famiglia del protagonista e il suo essere straniero in Italia. Da recuperare al più presto!