Il profumo dei ricordi: Ultima notte a Pechino di Golo Zhao

Autore degli amatissimi, tra gli altri, Soul Guide e Tu sei il più bel colore del mondo, Golo Zhao è da poco tornato sugli scaffali delle librerie italiane con la graphic novel Ultima notte a Pechino, edita Bao Publishing.

Dopo essere cresciuto nella campagna rurale e povera cinese, il giovane He Liu – il protagonista della storia – si è trasferito a Pechino dove conduce una vita tranquilla e lontana da un passato che sembra essere stato dimenticato. Una notte però, mentre cammina tra le strade della metropoli, il profumo di bubble tea risveglia ricordi sopiti che costringeranno il ragazzo non solo a fare i conti con quanto vissuto ma anche con la persona che è diventata ora.

Il profumo e il sapore del cibo, leitmotiv dell’opera

Sono proprio i profumi e i sapori del cibo che risvegliano i ricordi e le memorie dell’infanzia e dell’adolescenza di He Liu. Il bubble tea diventa così la bevanda che riporta a galla l’aiuto che un signore diede al protagonista mentre, da bambino, si trovava in difficoltà a scuola; oppure una coscia di pollo rappresenta la reminiscenza di un’amicizia oggi perduta ma un tempo fondamentale. La condivisione delle pietanze sono il leitmotiv dell’intera opera, il filo conduttore che lega il protagonista al suo passato e al suo presente. E, al tempo stesso, fa camminare il lettore tra vecchi vicoli seguendo il profumo del cibo e dei ricordi.

Il ritorno all’infanzia e all’adolescenza

Se all’inizio della graphic novel He Liu sembra essere un giovane adulto ormai definito, nel corso dell’opera emergono tanti tasselli che mostrano le fratture e le cicatrici di un ragazzo che ha vissuto un’infanzia e un’adolescenza dolce amare, fatte di amicizie e primi amori perduti, di esperienze e consapevolezze mancate. Riportare alla mente certi ricordi e certe sensazioni diventa il mezzo per riscoprirsi e guardare con luce nuova eventi passati. He Liu capisce così che forse il modo in cui sta trascorrendo il suo presente non è così soddisfacente come credeva. E proprio dai ricordi ritroverà se stesso.

Il divario tra città e provincia, reso anche attraverso le tavole

Il divario tra la metropoli – ricca di opportunità e possibilità – e la provincia – sporca, povera e in alcuni frangenti pericolosa – segna il distacco tra la vita prima e la vita dopo di He Liu. Ma mette in luce anche le differenze non solo geografiche di un paese come la Cina, dove nelle grandi città il progresso corre veloce a differenza delle zone rurali dove regnano la povertà e il decadimento. Il tutto viene reso magistralmente anche dalla scelta dei colori e dai disegni delle tavole: a Pechino i colori sono vibranti anche se delicati, in provincia spesso prevalgono le tinte cupe e grigie, a rimarcare ancora una volta le disparità.

About Golo Zhao

Golo Zhao, classe 1984, è un artista di origini cinesi tra i più conosciuti in Europa. Diplomato all’accademia di Belle Arti di Guangzhou e all’Accademia di Cinema di Pechino, Zhao è oggi un autore di manhua (termine cinese per indicare i fumetti). Ha realizzato la serie Yaya, insieme all’autore francese Jean-Marie Omont – per il quale ha ricevuto il Premio Scuole al Festival d’Angoulême nel 2012, e Tra Cielo e Terra. Entrambe le opere sono arrivate in Italia grazie alla casa editrice Renoir.