I migliori dark fantasy del momento secondo il Booktok

Dopo aver parlato dei fantasy più acclamati dal Booktok, ci addentriamo più in profondità nei suoi sottogeneri. Il dark fantasy si concentra su elementi tipici dell’horror, ma li ambienta in un contesto simile a quello dell‘high fantasy o dello sword and sorcery. Questo genere può essere collocato in mondi fantastici completamente nuovi o in ambientazioni che richiamano il fantasy classico, dove magia, creature sovrannaturali e avventure epiche sono all’ordine del giorno. Le storie spesso parlano di un vero e proprio anti-eroe solitario e di protagonisti ambigui egoisti e violenti che agiscono per scopi puramente personali.

Un aspetto distintivo del dark fantasy è la presenza di minacce sovrannaturali terrificanti che mettono a dura prova il coraggio e le capacità dei personaggi principali, così come accade ad esempio nel noto romanzo di Stephen King, La torre nera. Il protagonista si trova quindi in situazioni in cui diventa evidente la sua debolezza di fronte alle minacce esterne, fatto che aggiunge un elemento di vulnerabilità e realismo alla trama. Un altro esempio è quello delle Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin, dove la moralità dei personaggi è sfumata e i confini tra bene e male non sono mai netti.

The Atlas Six di Olivia Blake

The Atlas Six (Sperling&Kupfer, 2023) è il primo libro di una trilogia young adult che intreccia elementi dark academia, romance, e fantasy. Pone in grande rilievo il trope found family ed è diventato un caso editoriale internazionale grazie alla popolarità su TikTok, raggiungendo perfino la classifica dei bestseller del New York Times.

Ogni dieci anni, i sei maghi più talentuosi del mondo vengono scelti per un’opportunità unica: unirsi alla Società Alessandrina, un’organizzazione segreta che offre potere e prestigio senza eguali. Atlas Blakely, il misterioso leader della Società, seleziona sei candidati per il processo di iniziazione, che dovranno affrontare un anno di competizioni e sfide per dimostrare di meritarne l’accesso. Tuttavia, i posti disponibili sono solo cinque, il che significa che uno di loro verrà eliminato. Questa consapevolezza spinge i candidati a stringere alleanze inaspettate e, a volte, a tradire i propri compagni, perché nessuno vuole essere escluso da questa opportunità singolare.

Perfetto per chi ama ambientazioni accademiche affascinanti, personaggi complessi e sfaccettati, azione, mistero, sfide e competizioni, dove la magia non è lasciato sullo sfondo, ma è il punto focale su cui ruota ogni cosa.

I diritti del libro sono stati acquistati da Amazon Studios per una futura serie TV.

L’ombra degli dei di John Gwynne

Un altro romanzo dalle tinte dark è L’ombra degli dei (Fanucci Editore, 2022) di John Gwynne, primo volume della saga dei Fratelli di Sangue, ricca di battaglie, lotte all’ultimo sangue, intrighi e vendette dalle vibes che richiamano il Trono di Spade.

La trama trae ispirazione da antiche cosmogonie ormai dimenticate. Le ossa degli dei, morti in un grande cataclisma, continuano a emanare un potente influsso, plasmando un mondo diviso tra jarl assetati di potere e creature mostruose che abitano le foreste.

La saga fonde elementi dei miti norreni fatti di magia, potere e colpi di scena che seguono tre diversi personaggi: una nobildonna, una proprietaria terriera e uno schiavo che cerca vendetta tra i famosi mercenari conosciuti come i Fratelli di Sangue. La particolarità del romanzo è proprio quella di presentare varie sotto trame, tre punti di vista sapientemente dosati e alternati che si susseguono e si sviluppano in un intreccio interessante.

The prison healer di Lynette Noni

Primo volume di una trilogia best-seller, The Prison Healer (Sperling&Kupfer, 2023) si configura come un fantasy young adult dalle tinte decisamente dark, che mescola sapientemente tropes come l’enemies to lovers e il magic&royalty in un susseguirsi di prove impossibili in una prigione letale, tra rivelazioni e colpi di scena inaspettati, con vibes che richiamano Hunger Games e il Torneo Tremaghi di Harry Potter.

La storia è infatti costruita attorno alla protagonista femminile forte e determinata: Kiva, diciassettenne con doti di guaritrice, che si prende cura dei detenuti nella temuta prigione di Zalindov, nonostante lei stessa sia effettivamente una prigioniera.

Un giorno, nella sua infermeria, arriva la Regina Ribelle, gravemente malata. A Kiva viene ordinato di mantenerla in vita a tutti i costi, così che la Regina possa affrontare il Giudizio degli Elementi, una serie di quattro prove estremamente pericolose che devono essere superate per ottenere la libertà. Sapendo che la Regina non sarebbe in grado di sopravvivere a tali prove, Kiva decide di prendere il suo posto, nonostante nessuno sia mai riuscito a completare il Giudizio. Mentre la prigione è sempre più in fermento, Kiva riceve aiuto da un misterioso detenuto che lentamente guadagna la sua fiducia e il suo cuore.

L’impero del vampiro di Jay Kristoff

Infine, un romanzo che si inquadra alla perfezione nel sottogenere arriva direttamente dal pluripremiato autore bestseller della trilogia Nevernight, Jay Kristoff, che con L’impero del Vampiro (Mondadori, 2021) crea un’opera avvincente che mescola horror, fantasy, religione, avventura e… tanto sangue.

Ambientato in un mondo in cui il sole è scomparso, l’umanità si trova in balia dei vampiri crudeli e sanguinari, che hanno ormai costruito un impero eterno. In questo mare di oscurità, troviamo Gabriel de León, metà uomo e metà mostro, il leggendario Cacciatore d’Argento che è stato catturato e imprigionato, e sta raccontando la sua storia a un vampiro cronista.

Il racconto di Gabriel si dipana attraverso diversi periodi della sua vita, mentre lotta contro il potere crescente dei vampiri e i loro seguaci, in una battaglia contro le creature della notte, ma anche contro se stesso.

Kristoff crea un mondo oscuro e dettagliato, intriso di religione, mitologia e gerarchie complicate, in cui il protagonista deve confrontarsi con il suo passato e le sue scelte, cercando di trovare un significato e uno scopo in un mondo che sembra condannato all’oscurità. Con personaggi profondi, complessi e tridimensionali, dialoghi taglienti e uno stile narrativo coinvolgente, l’autore ci trascina una storia ricca di azione, battaglie epiche, leggende, amori proibiti, fede perduta e amicizie, catapultando il lettore all’interno della guerra del Re Sempiterno e della ricerca dell’ultima speranza rimasta all’umanità: il Sacro Graal.