Dietro le quinte: l’incanto cinese con Emily @emilyandherbooks

Se volete scoprire qualcosa di più della letteratura cinese o se, semplicemente, siete alla ricerca di un titolo fuori catalogo all’apparenza improbabile allora Emily è davvero la persona che fa al caso vostro. Dolce e solare, ha fatto della narrativa del Dragone la sua identità letteraria e social, ma non disdegna la cultura asiatica in generale ed è letteralmente una divoratrice di manga. Per la nostra rubrica Dietro le quinte, abbiamo fatto due chiacchiere con lei: è venuta fuori un’intervista davvero interessante!

 Innanzitutto, presentati!

Ciao a tutt*! Sono Emily, sui social Emily and her books, appassionata di letteratura asiatica, manga&anime e di mercatini dell’usato ✨Sono sempre alla ricerca di libri fuori catalogo e amo condividere la mia passione per la lettura, con un focus speciale sulla letteratura cinese!

Com’è nata la tua passione per la lettura?

Fin da quando ho memoria, sono sempre stata attirata da libri, fumetti, riviste… tutto ciò che fosse carta stampata! Anche quando ero piccolina preferivo i libri ai giocattoli: ci sono tante foto di me all’asilo con sottobraccio un numero di “Topolino” o qualche volume de “Il mio primo libro”. Durante il periodo delle elementari invece passavo interi pomeriggi in biblioteca. Leggere ed essere circondata dai libri è sempre stata la normalità, anche grazie a mio padre e la sua stessa grande passione per la lettura. 

Parli attivamente sui social di libri, da Instagram a Tik Tok. Qual è il tuo preferito? E quale invece trovi più adatto per parlare di libri?

Come utente passiva, amo Youtube: lascio i video in background, come fossero dei podcast e ascolto i vari creators, esteri e italiani, parlare di libri mentre mi trucco o pulisco casa.

Come utente attiva, invece, sto iniziando a scoprire TikTok, con la sua freschezza e spontaneità nella creazione di contenuti veloci e diretti.

Tra le tue passioni letterarie più grandi c’è indubbiamente quella legata alla letteratura cinese. Da dove nasce il tutto? L’esperienza in Cina quanto ha influito?

Ho iniziato ad approfondire la letteratura cinese durante il periodo universitario, nonostante negli anni precedenti avessi già letto qualcosa. La mia docente di lingua cinese è stata la prof.ssa Pozzi, traduttrice di numerose opere di Yu Hua e non solo. Grazie a lei e i vari titoli asseggnati per gli esami, ho scoperto un mondo che mi ha subito conquistata e affascinata.

Quali sono i titoli che consiglieresti a chi vuole approcciarsi per la prima volta alla letteratura orientale?

È difficile scegliere solo pochi titoli, ma per quanto riguarda la letteratura cinese consiglierei:

– Pearl S. Buck – Stirpe di drago

– Jung Chang – Cigni selvatici

– Yu Hua – Vivere!

Oltre all’amore per i romanzi cinesi sei una vera e propria esperta di mercatini dell’usato: ci dai qualche dritta? Quali soni i migliori per recuperare titoli pensati introvabili?

Basta poco: tanta pazienza e… RAVANARE! Prendetevi il vostro tempo e cercate per bene tra gli scaffali, scatoloni o banchi del mercato. Sicuramente troverete qualcosa!

Per scovare libri usati a buon prezzo e/o introvabili, consiglio sempre il sito web “Comprovendolibri”, il fidato “Libraccio”, lo shop online di “Di mano in mano” e “Vinted”, ormai miniera d’oro per i libri fuori catalogo!

Invece per mercatini, negozi e bookcrossing, ce ne sono tantissimi in giro per l’Italia: alcuni li ho documentati sul mio profilo TikTok, quindi se siete curios* andate a darci un’occhiata! Inoltre,controllare sempre su Google Maps o su Facebook per trovare i mercatini e gli eventi vicini alla vostra città 😊

Parliamo anche di fumetti. Che ruolo giocano nella tua vita da lettrice? Quali sono quelli che ti hanno letteralmente rubato il cuore? 

I fumetti, soprattutto i manga, hanno avuto un grande impatto sulla mia vita. Ho iniziato a leggerli che ero piccolissima e tanti titoli mi hanno cresciuta e plasmata.

I titoli entrati nel mio cuore e che non sono mai più usciti sono:

– Nana di Ai Yazawa (che amo così tanto da essermi tatuata una scena sul braccio)

– Gals di Mihona Fuji

– Uzumaki di Junji Ito

Quali sono i tuoi tre libri preferiti? Siamo consapevoli che per un amante della lettura è infatti difficile individuarne solo uno…

Qua vado sul sicuro:

– Grotesque di Natsuo Kirino

– Brothers di Yu Hua

– Pachinko di Min Jin Lee

E invece quali sono tre libri che proprio non hai sopportato.

– Pechino è in coma di Ma Jian

– La guerra dei papaveri di R.F. Kuang

– Dance dance dance di Murakami Haruki

Qual è il progetto letterario di cui vai più fiera?

Sicuramente il book club “Letture Mandarine” di cui sono amministratrice insieme ad altre ragazze! Giulia (@julesmalano) ha avuto l’idea di creare questo gruppo di lettura tutto dedicato alla letteratura cinese, per poter far conoscere di più libri e romanzi, ma anche per creare una community di persone appassionate o curiose! Sono stata felicissima di poterla aiutare nell’organizzare gli incontri e scegliere le letture. Ormai sono passati due anni ed è un progetto che ha regalato grandi emozioni e soddisfazioni.

Il tuo più grande sogno nel cassetto (se si può sapere 😊 )  

Sono scaramantica: se rivelo anche solo uno dei miei tanti sogni nel cassetto, sono certa che poi non si avvererà mai più!