Dietro le quinte: due chiacchere con Gaia Lapasini

Un vulcano di idee, ha fatto dei libri parte integrante della sua vita. Abbiamo fatto due chiacchere con Gaia Lapisini, youtuber e bookstagrammer molto attiva e seguita sui social. Ne è nata una bella intervista, che sancisce la nascita di Dietro le quinte, una nuova rubrica made in Universo Letterario. Si tratta di uno spazio per dare voce ai creator che raccontano i libri sui social, per comprendere quanto lavoro ci sta dietro ad un post o ad un progetto e perché oltre ai romanzi e ai saggi… c’è di più!

Innanzitutto, presentati!

Ciao, sono Gaia Lapasini, ho 24 anni e da circa tre consiglio libri sui miei profili social. Credo che la lettura sia un passatempo adatto a chiunque: basta trovare il libro giusto ed il gioco è fatto! Ogni libro ha di diritto il suo lettore ideale e io sono qui per creare le accoppiate vincenti.

Com’è nata la tua passione per la lettura?

L’amore che ho per i libri è sicuramente frutto dell’influenza data dalla mia famiglia.
Sono cresciuta circondata da librerie e da lettori e questo mi ha insegnato a ritagliarmi sempre del tempo per leggere all’interno della giornata.
Nonostante ciò, ho sempre faticato a trovare qualcuno con cui condividere ciò che piaceva leggere a me. I gusti possono essere molto differenti anche se si ama fare la stessa attività. Così mi sono ritagliata uno spazio su Instagram prima, YouTube poi, dove condividere le mie letture e costruire una community dove scambiarsi consigli e opinioni in merito.


Parli attivamente sui social di libri, da Instagram a Tik Tok senza dimenticare YouTube. Qual è il tuo preferito? E quale invece trovi più adatto per parlare di libri?

Sento che YouTube è il posto dove mi trovo più a mio agio a parlare delle mie letture, in quanto ho modo di sviluppare a pieno le mie idee senza nessun limite di tempo. Non credo, tuttavia, esista un social più adatto, se li uso tutti è perché riconosco le potenzialità di ognuno.

Sei molto propositiva e hai sempre mille progetti per la mente. Ti va di raccontarci com’è nata l’idea di coinvolgere diversi creator e gruppi di lettura nel tuo gdl di quest’anno?

Il gruppo di lettura #lepagaie è nato l’anno scorso con l’intento di variare tra generi e ambientazioni geografiche e con lo scopo di uscire dalla propria confort zone e aprirsi a nuove letture. Quest’anno ho voluto strutturare il programma facendomi
inspirare da altre creator che stimo e apprezzo. Le ho contattate in quanto hanno approfondito nel tempo un genere specifico (come missnerily con il fantasy) o hanno a loro volta un gruppo di lettura con un tema caratteristico (come
storiedisera con l’American lit club). Abbiamo quindi concordato insieme le letture che ci accompagneranno per tutto il 2023 e che sfoceranno in una discussione live su Instagram e un incontro dal vivo in diverse città italiane.


Notiamo con piacere che hai anche uno spazio di consigli sul sito di Feltrinelli: da dove nasce questa collaborazione?

Sono stata contattata direttamente da la Feltrinelli in quanto hanno riconosciuto il valore di persone che, come me, hanno costruito nel tempo una community appassionata di libri e lettura.

Gaia Lapasini

Il mondo dei social è un vero e proprio universo di condivisione, conoscenze ma delle volte anche di polemiche. Quali sono i pregi e i difetti del parlare di libri sui social?

Personalmente vedo solo pregi. Le polemiche dimostrano quanto ci siano persone pronte a confrontarsi e a esporsi su una passione condivisa.


Quali sono i tuoi tre libri preferiti? Siamo consapevoli che per un amante della lettura è infatti difficile individuarne solo uno…

La donna giusta di Sandor Marai, Espiazione di Ian McEwan e Le correzioni di Jonathan Franzen.


E invece quali sono tre libri che proprio non hai sopportato.

La casa delle voci di Donato Carrisi, It ends with us di Coolen Hover e Spatriati di Mario Desiati.


Qual è il progetto letterario di cui vai più fiera?

In assoluto il gruppo di lettura, vedere che ogni mese ci sono persone che si uniscono insieme per leggere lo stesso libro mi trasmette molta gioia e energia.


Il tuo più grande sogno nel cassetto.

Creare un posto dove riunire lettori provenienti da tutta Italia, ma è ancora un sogno molto lontano