Da gambero a balena: Corea del Sud, dalla guerra dimenticata al K-pop

La Corea del Sud in poco più di settant’anni è riuscita a diventare una super potenza internazionale, a progredire a livello economico e sociale e a sfornare prodotti di intrattenimento di gran livello. Riuscendo a sedersi al tavolo delle grandi potenze che ne disputavano il controllo. Passando da gambero schiacciato da Cina, Giappone e Russia a balena.
Una nazione cool, conosciuta soprattutto per i BTS, Gagnam Style, Parasite e altri, divenuta meta ambita dai giovani, grazie alle numerose prospettive e opportunità, soprattutto affascinanti dal clima di avanguardia culturale che si respira.
Da gambero a balena, pubblicato da Add Editore nella collana dedicata all’Asia lo scorso 2 febbraio, si propone di offrire una panoramica della storia politica, economica e sociale di questo paese. Non mancando di presentarne le zone d’ombra e i problemi tipici della società tardo capitalista quale è diventata.

L’autore Ramon Pacheco Pardo è un professore di relazioni internazionali al King’s College di Londra. Ha dedicato gran parte della sua carriera accademica proprio allo studio delle due Coree.

Da gambero a balena

Un po’ di Storia

Alla fine dell’ottocento la Corea era un gambero contesto tra Cina, Giappone e Russia imperiale e in un certo senso anche dagli Stati Uniti. Ad uscirne “vincitore” sarà il Giappone che dominerà la Corea dal 1910 al 1945.
Successivamente la Corea diverrà Stato Autonomo il 15 Agosto del 1948.
Dal 1950 al 1953 si combatterà la Guerra di Corea, tragica a livello nazionale così come personale. Il conflitto porterà alla divisione tra Corea del Sud e Corea del Nord, influenzate rispettivamente da Stati Uniti e Russia che in quegli anni combattevano la Guerra Fredda. La linea scelta per limitare il confine tra le Neo Coree sarò il 38° parallelo, confermata dall’armistizio del 1953 e tuttora presente. Le conseguenze della Guerra di Corea pesano tutt’oggi su numerose famiglie separate, avendo avuto un impatto notevole nel tempo e su diverse decisioni politiche prese.

Sino al 1987, in Corea del Sud si sono succeduti una serie di governi autoritari, a tratti dittatoriali. In questo frangente germoglieranno i primi segni di una rinascita. E’ proprio a partire dalla Seconda metà degli anni Sessanta che l’economia ha goduto di una straordinaria accelerazione, vi sono stati importanti investimenti nell’istruzione e l’avanzata del settore tecnologico. Da questi anni così delicati a livello politico, la Corea del Sud ha iniziato ad assumere l’aspetto che ha oggi.

L’arrivo della Democrazia

La tanto agognata democrazia giungerà solo nel 1988 con l’avvio della sesta repubblica, sotto la presidenza di Roh Tae-Woo (che in seguito fu condannato per corruzione). Gli anni del suo governo saranno caratterizzate da proteste e scioperi, ma il Paese guadagnerà la ribalta internazionale, grazie ai Giochi Olimpici.

Negli anni che seguirono fino ad oggi, in Corea del Sud si successero presidenti perlopiù di sinistra. Questi si impegnarono nella lotta alla corruzione e nella promozione di leggi a favore delle minoranze con attenzione ai diritti dei cittadini (basti pensare a Kim Dae-jung che nel 2000 otterrà il premio Nobel per la pace, per i suoi tentativi di riconciliazione con la Corea del Nord).

Ad oggi, infatti, tutto questo percorso ha contributo a rendere il popolo coreano fiero e a sviluppare un forte senso nazionalistico.

Da gambero a balena

Da gambero a balena è un testo che fornisce gli strumenti essenziali per comprendere l’evoluzione di un paese affascinante che ha vissuto una trasformazione accelerata per decenni.
C’è da specificare che l’autore non ha dipinto la Corea del Sud come un territorio idilliaco, anzi, non ha mancato nel raccontarne le enormi contraddizioni che hanno caratterizzato i diversi governi che si sono succeduti, che a prescindere dall’orientamento politico hanno avuto enormi problemi a livello di corruzione e di ottenimento dei diritti basilari delle donne. Complice il pensiero confuciano estremamente diffuso che vedeva la donna come una cittadina di serie B e che per anni ha avuto estrema difficoltà nel ritagliarsi uno spazio soddisfacente a livello lavorativo e personale.

Si tratta di un testo consigliato soprattutto a tutti coloro che hanno la curiosità di scoprire i lati più nascosti di questo ibrido pop – tech unico al mondo. Molti aspetti e sviluppi sono del tutti sconosciuti agli occhi occidentali e meriterebbero un maggiore interesse, anche perché il rapido progresso della Corea del Sud e il grande senso di rivalsa del popolo coreano possono essere di grande esempio.